Regolamento stadio

Stadio “A. Picco” di La Spezia

PREMESSA

Per stadio si intende l'intera struttura/impianto, incluse le aree di pertinenza compresa l'area riservata esterna;
per club si intende l'organizzatore dell'evento; 
per evento si intende ogni manifestazione sportiva ufficiale che si svolge nello Stadio, organizzata e gestita dallo Spezia Calcio.

NORME GENERALI DI COMPORTAMENTO
(Art. 1 septies del D.L. 28/2003, convertito e modificato dalla Legge 88/2003)

Accesso e Permanenza nello Stadio

1.    L'acquisto del titolo valido per l’accesso e la permanenza nello stadio in occasione dell'evento comporta l'accettazione incondizionata del presente “Regolamento di utilizzo dell’impianto”.

Il rispetto del presente regolamento e delle normative emanate dalla FIFA, dalla UEFA, dalle Leghe Professionisti, dal Club e dall'Autorità di Pubblica Sicurezza è condizione indispensabile per l'accesso e la permanenza dello spettatore nello stadio. L'inosservanza dello stesso comporterà l'immediata risoluzione del contratto di prestazione, con il conseguente allontanamento dall'impianto del contravventore e l'applicazione da parte dell'Autorità di Pubblica Sicurezza delle disposizioni e delle sanzioni previste dalla normativa vigente, tra cui, se ammissibile, anche l'applicazione del Divieto di Accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive (DASPO). (art. 1-septies DL 28/2003 convertito in L. 88/2003) nonchè l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro.
Qualora il contravventore risulti già sanzionato, nella stessa stagione sportiva anche in un impianto diverso, per la medesima violazione del regolamento d'uso, la sanzione può essere aumentata sino alla metà del massimo e può essere comminato il
divieto di accedere alle manifestazioni sportive (D.A.SPO.).

2.    L'accesso e la permanenza nello stadio sono consentiti ai soli possessori di idoneo titolo di accesso, rilasciato esclusivamente da soggetti espressamente autorizzati dal club, il quale, a prescindere dalle decisioni adottate dalle competenti Autorità, può rifiutare l’ingresso allo Stadio alle persone che abbiano violato il presente regolamento. Il titolo di accesso è personale e non potrà essere ceduto a terzi, salvo i casi e secondo le modalità previsti dal club e dalla normativa di legge vigente in materia. Il titolo, inoltre, dovrà essere conservato per tutta la durata dell'evento e mostrato in qualsiasi momento a richiesta del personale preposto.

3.    I minori, in possesso di regolare tagliando d’accesso, possono accedere allo Stadio solo se accompagnati da adulti.

4.    Per l'accesso all'impianto è richiesto altresì il possesso di un documento di identità valido o, in caso di minori di anni 15, di un documento di autocertificazione conforme a quanto stabilito dalla norma, anche specifica, da esibire a richiesta, anche da parte degli steward, per verificare la corrispondenza tra il titolare del tagliando ed il possessore dello stesso (legge 04/03/07 n° 41 art 1).

5.    La “Tessera del Tifoso” non riconosce al contraente alcun diritto per la visione di qualsiasi gara, sia della Prima Squadra che delle altre squadre dello Spezia Calcio srl, ma rappresenta un requisito essenziale per la richiesta ed il rilascio dell’abbonamento.

6.    L'accesso non è in alcun modo consentito a persone soggette a diffida per atti di violenza sportiva, secondo il disposto dell'art. 9 del decreto 08.02.07 coordinato con la legge 04.04.07.

7.    L'ingresso allo stadio deve avvenire attraverso gli appositi varchi ed è subordinato alla verifica della regolarità del titolo di accesso anche mediante l'utilizzo di apposite apparecchiature (DM 18.03.96 e successive modificazioni)

8.    Lo spettatore ha il diritto/dovere di occupare esclusivamente il posto specificato sul titolo di accesso e non potrà spostarsi in altro settore dello stadio diverso da quello indicato sul biglietto, salvo i casi espressamente autorizzati dal club o dall'Autorità di Pubblica Sicurezza. Qualunque spettatore che verrà trovato in una zona dello Stadio diversa da quella a lui attribuita dal tagliando di ingresso o dall’abbonamento sarà identificato, allontanato dallo Stadio e perseguito a termini di legge.

9.    Nello stadio sono chiaramente indicati, con apposite segnalazioni, l'ubicazione dei settori e dei posti, nonché i percorsi per accedervi. Ogni settore è provvisto di propri ingressi, e l'accesso agli stessi è consentito solo tramite questi.

10. Lo Spezia Calcio srl si riserva la facoltà di installare strutture protettive, conformi a quelle ammesse dalla FIFA e dalla UEFA, atte a creare elemento di separazione tra i vari settori dello Stadio e tra questi ultimi e il campo da gioco. Inoltre la parte prende atto ed accetta che l’impianto sportivo sia munito di infrastrutture/separatori/recinzioni/vetrate/piloni che possono limitare la visuale del terreno di gioco e dello spettacolo.

11. La società non risponde per smarrimenti (oggetti di valore, documenti, ecc.), incidenti o danni a persone o cose nello Stadio (cadute, incidenti dovuti al lancio di oggetti, pallonate, ecc.) salvo che il fatto non sia direttamente imputabile a sua colpa.

12.  L’orario di apertura dei cancelli dello Stadio sarà di volta in volta stabilito dal GOS (Gruppo Operativo Sicurezza);

13. Le persone diversamente abili, i tesserati FIGC, AIA e CONI, potranno assistere alla gara nel numero e secondo le modalità stabilite e comunicate dallo Spezia Calcio srl.

14. E’ consentito l’ingresso gratuito esclusivamente ai minori di 5 anni (comunque al di sotto di mt. 1 di altezza) purché accompagnato da un genitore o da chi ne fa le veci munito di regolare titolo.

15. L’acquirente prende atto che la Società ha adottato un Codice Etico ed un Modello Organizzativo idoneo a prevenire i reati previsti dal D. lgs 231/2001. Il Codice Etico è consultabile all’interno del sito internet ufficiale www.acspezia.com nella sezione Società e la sua osservanza costituisce parte essenziale delle obbligazioni assunte con la sottoscrizione del Contratto in oggetto.

16.  Per ragioni di sicurezza, assistenza e accessibilità, ai tifosi diversamente abili sono riservate postazioni specifiche all'interno dello stadio, nel solo settore distinti, idonee alle particolari esigenze di circolazione delle carrozzine e delle persone con difficoltà motorie. Il solo biglietto ordinario non consente l'ingresso allo stadio delle persone in carrozzina. L’accesso sarà possibile  fino ad esaurimento dei posti ancora disponibili, individuati dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli, della Prefettura della Spezia. Per conoscere modalità di rilascio e disponibilità dei posti, gli interessati dovranno far richiesta entro 48 ore dal singolo evento, contattando la Società all’indirizzo: accrediti@acspezia.com.

17. Con l’acquisto del titolo di accesso allo Stadio, lo spettatore aderisce al Regolamento di utilizzo dell’impianto e, conseguentemente, autorizza implicitamente gli stewards ad effettuare controlli, anche a mezzo di metal detector, finalizzati ad evitare l'introduzione di materiali illeciti, proibiti e/o pericolosi ed è tenuto a seguire le indicazioni fornite dagli stewards (c.d. “pat down”), i quali possono rifiutare l’ingresso o allontanare dallo Stadio chiunque non sia disposto a sottoporsi a tali controlli, secondo la normativa vigente. Si ricorda infatti che gli stewards della società Spezia Calcio srl, nell’esercizio delle proprie funzioni, sono giuridicamente equiparati agli “incaricati di un pubblico servizio” e ad essi viene estesa la tutela prevista degli artt. 336( violenza o minaccia a pubblico ufficiale) e 337 (resistenza a pubblico ufficiale) del Codice Penale (ex art. 6 quarter L.13/12/89 così come integrata dall’art. 1 lett. C del D.L. 17/08/05 convertito in L. 17/01/05).

18.  lo spettatore che dovesse casualmente entrare in possesso di un pallone calciato dal campo durante le fasi di riscaldamento o di gioco, dovrà restituirlo tempestivamente ai raccattapalle o agli steward per agevolare le operazioni di allenamento o ripresa del gioco. La mancata restituzione del pallone comporterà la richiesta di risarcimento da parte del Club, che utilizzerà ogni mezzo previsto per l’individuazione di chi dovesse indebitamente impossessarsene.

Annullamento e/o Spostamento dell'evento

19. Data e ora dell'evento potranno essere modificate per disposizione dell'Autorità di Pubblica Sicurezza o delle autorità sportive senza che ciò possa determinare alcuna responsabilità a carico del club.

20. In caso di evento posposto o annullato, l'eventuale rimborso avverrà secondo le disposizioni in materia e con le modalità comunicate successivamente dal club, senza alcuna responsabilità per quest'ultimo. Il rimborso o la sostituzione del biglietto potranno aver luogo solo a fronte di presentazione dello stesso.

DIVIETI

All'interno dell'impianto sportivo e dell'area riservata esterna è severamente vietato:

21. esternare qualsiasi forma di discriminazione razziale, etnica o religiosa o altre manifestazioni di intolleranza con cori o esposizione di scritte;

22. sostare in prossimità di passaggi, uscite, ingressi, lungo le vie di accesso, di esodo ed ogni altra via di fuga senza giustificato motivo;

23. arrampicarsi sulle strutture;

24. danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture e servizi dell'impianto;

25. introdurre o detenere veleni, sostanze nocive, materiale infiammabile o imbrattante e droghe;

26. introdurre o porre in vendita bevande alcoliche di gradazione superiore a 5°, salvo autorizzazioni in deroga per particolari aree, rilasciate dall'autorità competente, previo parere favorevole del Questore;

27. introdurre macchine fotografiche e/o telecamere di qualsiasi genere che non siano state preventivamente autorizzate all'Ufficio Stampa del Club;

28. introdurre o detenere pietre, coltelli, oggetti atti ad offendere o idonei ad essere lanciati, strumenti sonori, sistemi per l'emissione di raggi luminosi (puntatori laser) ed altri oggetti che possano arrecare disturbo ovvero pericolo all'incolumità di tutti i soggetti presenti nell'impianto;

29. introdurre animali di qualsiasi genere, fatte salve espresse autorizzazioni;

30. esporre materiale che ostacoli la visibilità agli altri tifosi o la segnaletica di emergenza o che comunque sia di ostacolo alle vie di fuga verso il terreno di gioco;

31. introdurre e vendere all'interno dell'impianto sportivo, le bevande contenute in lattine, bottiglie di vetro o plastica, le stesse devono essere versate in bicchieri di carta o plastica;

32. introdurre ed esporre striscioni, cartelli, stendardi orizzontali, banderuole, documenti, disegni, materiale stampato o scritto e diversi da quelli esplicitamente autorizzati dal Gruppo Operativo della Sicurezza (GOS) su richiesta della Società Sportiva; gli stessi non potranno comunque essere esposti in spazi diversi da quelli indicati dalla società sportiva e dovranno essere rimossi al termine della manifestazione;

33. organizzare coreografie non autorizzate ovvero difformi da quelle autorizzate dal gruppo operativo per la sicurezza (GOS) su richiesta della Società Sportiva;

34. accedere e trattenersi all'interno dell'impianto in stati di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Si rammenta che costituisce anche reato: il travisamento, il possesso di armi proprie ed improprie, l'ostentazione di emblemi o simboli di associazioni che diffondano la discriminazione o la violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, l'incitazione alla violenza nel corso di competizioni agonistiche, il possesso, il lancio e l'utilizzo di materiale pericoloso ed artifici pirotecnici, lo scavalcamento di separatori e l'invasione di campo.


AVVERTENZE E DISPOSIZIONI DI LEGGE

35. Reati. Tra i comportamenti puniti con sanzioni amministrative e penali quali il divieto di accesso negli stadi, l'arresto e la reclusione si richiamano i reati indicati all'art. 6 comma 1 della legge 13 dicembre 1989 n°401 e successive modificazioni ed integrazioni, ed in particolare:

1.    Ostentare simboli o emblemi di gruppi o associazioni che diffondono la discriminazione e la violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

2.    Effettuare cori volgari e/o razzisti, striscioni o scritte volgari e/o razziste;

3.    Lanciare oggetti;

4.    Incitare alla violenza nel corso di competizioni agonistiche. 

Motivi di interdizione all'accesso e/o di espulsione dallo stadio e/o di denuncia.

L'Autorità di Pubblica Sicurezza potrà limitare o interdire l'accesso o la permanenza nello stadio, anche per eventi successivi, a chiunque non rispetti le norme generali di comportamento ed i divieti indicati e, in particolare: a chiunque disponga di titolo di accesso non emesso da soggetti autorizzati od emesso in violazione delle procedure; a chiunque rifiuti di sottoporsi a controlli, a chiunque compia atti di violenza o di pericolo o introduca oggetti, striscioni o altro materiale vietato od in violazione delle norme di cui sopra.

36. Inoltre, chiunque sia sorpreso a impossessarsi indebitamente, danneggiare, deturpare le proprietà del Club o lo stadio, commetta atti criminali nello stadio, nell'area circostante lo stadio, nel percorso di avvicinamento o di allontanamento dallo stadio, in occasione di un evento, può essere denunciato all'Autorità e potrà essere passibile di diffida all'accesso dello stadio per tutti i futuri eventi.

37. Videosorveglianza e trattamento dei dati. Lo stadio è controllato da un sistema di ripresa e registrazione audio-video delle immagini, posizionato sia all'interno che all'esterno dell'impianto. La registrazione è effettuata dall'apertura fino alla chiusura dello stadio ed in occasione dell'eventuale accesso di persone per la preparazione di coreografie. I dati ed i supporti di registrazione sono conservati con l'adozione di ogni misura di sicurezza prevista dalla legge. I dati potranno essere visionati per scopi di giustizia sportiva dal delegato della lega competente. I dati non utilizzati saranno cancellati trascorsi 7 giorni. Il trattamento dei dati personali e delle registrazioni è effettuato secondo le disposizioni del Codice in materia di protezione dei dati personali e del Decreto del Ministero dell'Interno del 6 giugno 2005. Il trattamento dei dati personali è effettuato nel rispetto delle norme di legge.

Il presente Regolamento è soggetto a possibili variazioni conseguenti ad uscita di nuove leggi e/o decreti, dettati anche dalle Leghe Professionistiche.

Il trattamento dei dati personali è effettuato nel rispetto delle norme di legge. Il responsabile del trattamento è la società Spezia Calcio S.r.l..

La Spezia, 09/09/2017

Risultati
Classifica
 

6° - Serie B ConTe.it 2017 - 2018

23/09
Bari - Ternana
3 - 0
23/09
Brescia - Foggia
2 - 2
23/09
Cremonese - Pescara
0 - 0
23/09
Empoli - Cittadella
0 - 1
23/09
Novara - Avellino
1 - 2
23/09
Perugia - Frosinone
1 - 0
23/09
Virtus Entella - Carpi
0 - 0
23/09
Venezia - Parma
0 - 1
24/09
Cesena - Ascoli
0 - 2
20:30
Palermo - Pro Vercelli
-
 

Serie B ConTe.it 2017 - 2018

  • Perugia
    13
    Frosinone
    13
    Empoli
    11
    Carpi
    11
    Cittadella
    10
    Avellino
    10
    Bari
    9
    Palermo
    9
    Parma
    9
    Cremonese
    8
    Pescara
    7
  • Salernitana
    7
    Venezia
    7
    Spezia
    7
    Brescia
    6
    Novara
    6
    Virtus Entella
    6
    Ascoli
    6
    Foggia
    6
    Ternana
    5
    Cesena
    4
    Pro Vercelli
    2